Chi siamoEventi e NotizieE-ShopContatti
Giornalino
TAI CHI CHUAN “ARTE DI LUNGA VITA”

“Solo quando si è estremamente sensibili e soffici si può diventare inamovibili e resistenti”.

Il Tai chi chuan è un’antica arte marziale praticata da secoli in Cina, che si è diffusa negli ultimi decenni anche in Occidente come ginnastica dolce e tecnica per la salute, con la particolare caratteristica di essere accessibile a tutti, anche agli ammalati.
Tale arte marziale si pratica attraverso le forme chiamate anche “danza delle ombre o dei cerchi”, durante le quali viene simulato un combattimento con un avversario immaginario attraverso l’esecuzione di tecniche di difesa e di attacco.
La regola indispensabile da seguire è l’essere naturali senza dare eccesiva attenzione alla tecnica, poiché si rischierebbe di tendere il corpo, chiudere la mente e bloccare il libero fluire del Qi.
Il Qi o “soffio” è la parola cinese usata per indicare l’energia vitale, la forza che scorre e anima la natura e tutti gli esseri viventi.
Durante la pratica la mente deve essere libera da pensieri, desideri e schemi prefissati che ne oscurano la visione, per essere capace invece di riflettere la realtà circostante come uno specchio.
Sul piano fisico, il Tai chi chuan, grazie ai suoi movimenti lenti e armonici, basati sui principi semplici e naturali, viene considerato un’ottima pratica fisica.
Esso, infatti, permette di aumentare l’equilibrio, potenziare la muscolatura profonda, migliorare la mobilità articolare e la deambulazione.
Alla pratica del Tai chi chuan è associato il Qi Gong (l’arte di governare il Qi), che ne è parte integrante.
Anch’esso, nato in Cina molti secoli prima, ha lo scopo di attivare e preservare l’energia del Qi che scorre nei meridiani del corpo attraverso specifici esercizi respiratori, il movimento del corpo e posizioni statiche.
In una pratica meditativa ed energetica come il Tai chi chuan è indispensabile un’adeguata respirazione e, per tale motivo, vengono usati due metodi di respirazione: la respirazione buddista, detta anche respirazione normale, per cui durante l’inspirazione la parte bassa dell’addome si espande, mentre durante l’espirazione si contrae; e la respirazione taoista, chiamata anche inversa, proprio perché tale metodo è l’opposto della respirazione normale, in quanto inspirando l’addome si ritrae ed espirando si espande.
Entrambi i metodi basano la loro efficacia sulla massima utilizzazione della muscolatura addominale, al fine di ottenere ampi movimenti del diaframma con conseguente massaggio benefico agli organi interni.
Una respirazione piena e sottile, accompagnata ad un cuore tranquillo (emozioni), riempe i polmoni e nutre il corpo.
Inoltre, il respiro, segno dell’ingresso alla vita, oltre a racchiudere il segreto della vita stessa, è il mezzo che per sua natura facilita il contatto con la nostra parte non fisica.
Anche se non si pratica il Tai chi chuan, un ottimo esercizio per armonizzare il corpo, il respiro e la mente è il seguente: scegliendo una postura comoda, in piedi o seduti, rilasciamo ogni muscolo del corpo cercando il giusto equilibrio tra tensione e distensione.
Liberiamo dolcemente la mente ed il cuore dai disturbi emotivi (allontaniamo i pensieri) e concentriamoci sul consueto modo di respirare visualizzando l’aria che entra ed esce dal naso, guidandolo in modo da renderlo rilassato e fluido. Facciamo in modo che il respiro diventi calmo, sottile, profondo, lungo, uniforme, lento e leggero. Non perdiamoci d’animo se il rilassamento non sopraggiunge in breve tempo, poiché con la pratica sicuramente avverrà.
Spesso non si dà molta importanza al respiro, al modo in cui respiriamo, a come il respiro influenzi l’attività di ogni nostra singola cellula, e quanto possa condizionare il nostro equilibrio emotivo: una respirazione agitata rende la mente instabile, mentre una respirazione calma e regolare infonde pace e tranquillità.
Tutto ciò però può manifestarsi al contrario; infatti, anche la mente può influire positivamente o negativamente sul modo di respirare. Ed invero, gli stati d’ansia, l’ira e lo stress possono indurre ad un anomalo respiro (toracico, corto, affannoso, scoordinato), che può nuocere seriamente se protratto nel tempo.
Una corretta respirazione, quindi, permette il fluire dell’energia corporea liberando la mente dai pensieri incalzanti, dalle influenze delle memorie del passato e dalle preoccupazioni del futuro, per renderci sereni e pronti ad affrontare il quotidiano.
Questo può essere il Tai chi chuan, una ginnastica dolce per tutti, fatta di movenze lente e fluide, dove il respiro calmo e ritmico, segnando l’alternanza dei movimenti ci trasporta in piena armonia con l’universo.

Tai chi per il Progetto Ancora Donna

Da circa sei anni, la Lilt di Genova propone un corso di Tai chi chuan all’interno del Progetto “Ancora donna”, nato per prendersi cura delle donne che affrontano terapie oncologiche. Il corso è aperto a tutti, gratuito per le iscritte al progetto.
È risaputo che una regolare attività fisica, anche moderata, abbinata ad un’alimentazione equilibrata è un’ottima regola per prevenire le malattie. L’esercizio fisico inoltre contribuisce a migliorare la qualità della vita, in quanto, oltre ad influire positivamente sullo stato fisico, è in grado di sviluppare maggiormente i rapporti sociali attraverso una soddisfazione personale, aiutando così il benessere psichico.

Per informazioni chiamare Roberto al 3492256384 o la sede LILT Genova allo 010.2530160.

A cura di: Roberto Genitivo,
Insegnante Tai chi chuan Y, Uisp Ado-ScuolaKi

Scopri tutti i servizi del  Progetto Ancora Donna

Condividi su:

LILT GENOVA - Via B. Bosco 31/10, 16121 Genova
Tel +39.010.2530160 - Fax +39.010.2530176 - info@legatumori.genova.it
Codice Fiscale: 95041690108 - IBAN IT41P0503401424000000022390 - Informativa Privacy
LILT GENOVA

Via B. Bosco 31/10
16121 Genova
Tel +39.010.2530160
Fax +39.010.2530176
info@legatumori.genova.it
Codice Fiscale: 95041690108

IBAN:
IT41P0503401424000000022390

Informativa Privacy